Riconosci la caramella?


Materiali

Caramelle dure di gusti diversi, un cronometro o un orologio con la lancetta dei secondi.


Cosa fare

Perchè l’assaggiatore sappia poi descrivere le sensazioni che prova in bocca, va chiarita la differenza tra aroma e sapore
Il SAPORE è una delle quattro percezioni che ci provengono dai recettori della lingua: dolce, salato, amaro, acido.
L'AROMA è un tipo particolare di gusto/odore, come di ciliegia, d'arancia, di menta….

  • Chiedi all’assaggiatore di chiudere gli occhi e di tapparsi il naso con le dita. Appoggia sulla sua mano un pezzetto di caramella, evitando di toccarlo con le dita, e invitalo a metterselo in bocca
  • Appena l’assaggiatore ha messo la caramella in bocca, inizia a misurare un minuto e contemporaneamente chiedigli di descrivere le sensazioni che sta provando e se sa riconoscere l’aroma particolare della caramella.
  • Dopo circa un minuto, chiedi nuovamente di descrivere le sensazioni provate in bocca.
  • Immediatamente dopo chiedi all’assaggiatore di aprire il naso e di dire se prova ora sensazioni diverse
  • Riporta le osservazioni in tabella
  • Ripeti l'esperienza con altri assaggiatori
Nome assaggiatore
Osservazioni immediate
(naso chiuso)
Osservazioni dopo 1 minuto (naso chiuso)
Osservazioni con naso aperto
Caramella assaggiata
         
         

Cosa osservare

La maggior parte degli assaggiatori (non tutti!) di solito non riesce ad identificare l’aroma della caramella appena messa in bocca. In genere riconoscono solo una sensazione di dolce, o di acido, o entrambe. Dopo un minuto alcuni riescono a riconoscere l’aroma della caramella, ma la maggior parte ci riesce solo dopo aver aperto il naso, quando la sensazione in bocca diventa molto più distinta.
Cosa accade
Con il naso chiuso, le sensazioni dipendono solo dai recettori del gusto posti sulla lingua.
Per identificare l’aroma devono però entrare in gioco anche i recettori dell’olfatto, situati in una zona del cervello chiamata bulbo olfattivo, che si trova in corrispondenza della fine della cavità nasale.
Dopo un minuto, anche a naso tappato, le molecole dell’odore che si staccano dalla caramella riescono a entrare nei canali nasali attraverso “la porta di dietro”, un passaggio che si trova dietro alla gola, ed attraverso questi canali viaggiano fino al bulbo olfattivo. E’ qui che gli odori vengono riconosciuti. I recettori olfattivi sono di 1000 tipi diversi e permettono ad una persona di riconoscere in media 10000 odori diversi.
Dopo aver aperto il naso, il bulbo olfattivo può fare il suo lavoro indisturbato, per cui diventa molto più facile distinguere l’aroma della caramella.
Una persona molto raffreddata fa più fatica a riconoscere i sapori propria perché non riesce a percepire gli odori.
La percezione dei sapori varia anche a seconda delle culture. Gli orientali riconoscono un altro gusto particolare, chiamato umami (è il sapore del glutammato)