Fenomeni termici

Introduzione, obiettivi e prerequisiti | metodologia e attività |nodi concettuali e problemi di apprendimento | schede di lavoro | approfondimenti e parole chiave| I thermos

APPROFONDIMENTI DISCIPLINARI

Non sono stati qui sviluppati:

  1. Il ruolo del calore specifico nel trasferimento di calore
  2. I cambiamenti di fase (da indagare anche su sostanze diverse dall’acqua, come ad esempio nell’acido acetilsalicilico), fondamentali per comprendere più a fondo i concetti di calore e temperatura. E’ infatti radicata l’idea che ad un riscaldamento corrisponda sempre un aumento di temperatura e si accettano con difficoltà situazioni in cui ciò non avviene. Un’altra situazione interessante da far esplorare è data dalle situazioni in cui si instaura un equilibrio tra somministrazione di calore e sua dispersione nell’ambiente (fornello piccolo che riscalda una grande quantità d’acqua)
  3. Modalità di trasmissione del calore diverse dalla conduzione (convezione e irraggiamento) che nella fenomenologia sono tra loro inscindibili. Il ruolo dell’irraggiamento (qui non approfondito) emerge nell’esperienza con la lattina ricoperta d’alluminio.
  4. Un approccio all’interpretazione microscopica dei fenomeni termici.

Gli intrecci con altri ambiti della fisica e con altre discipline (chimica, biologia, meteorologia, ecologia…) sono numerosi e, specie a livello di scuola di base, non andrebbero trascurati.

Per proposte più strutturate si rinvia ai siti:

http://www.les.unina.it 
http://uniud.it/cird/URDF/secif
http://indire.it/set/

PAROLE CHIAVE

CALORE, TEMPERATURA, INTERAZIONE, SISTEMA, EQUILIBRIO TERMICO, CONDUCIBILITA’ TERMICA, SENSORE ON-LINE, TERMOMETRO, RAFFREDDAMENTO, RISCALDAMENTO